Motivazione al lavoro: come ritrovarla in periodo Covid-19

Motivazione al lavoro: come ritrovarla in periodo Covid-19

 

Sposta il tuo pensiero dalla modalità incombenza sfidante alla modalità opportunità. Mantenere la motivazione al lavoro può essere difficile durante questo periodo di crisi dovuto alla pandemia da COVID-19. Le nostre certezze vacillano e abbiamo dovuto rinunciare alla maggior parte delle routine quotidiane che adoravamo.

Siamo tutti costretti ad affrontare più sfide, sia nella vita privata che sul lavoro. Tra protocolli di sicurezza, mascherine e distanziamento sociale, può risultare davvero complicato trovare un po’ di entusiasmo. Non c'è da meravigliarsi se motivazione, prestazioni e benessere siano in calo per molti di noi. E non è un caso che questo avvenga quando ci sentiamo in deficit nelle tre aree chiave della vita: autonomia, competenze e relazioni.

Il COVID-19 è riuscito a turbarle tutte contemporaneamente. Ma la buona notizia è che esistono molti modi per affrontare le difficoltà e riuscire a cogliere le opportunità che possono offrirci.

Quindi, se stai lottando per mantenere alte produttività e motivazione sul lavoro, sia per te che per i tuoi collaboratori, ecco alcuni suggerimenti utili.

Aggiungili alla tua “cassetta degli attrezzi” e usa questi strumenti per ritrovare la concentrazione, rivitalizzare il team, diagnosticare le problematiche ricorrenti e affrontare le difficoltà con più empatia.

Cos’è la motivazione e perché è così importante

 La motivazione è il processo che avvia, guida e mantiene comportamenti orientati all'obiettivo. In pratica, coinvolge le forze biologiche, emotive, sociali e cognitive che attivano il comportamento. È ciò che ti fa agire. Quella spinta interiore che ti porta a impegnarti, sia che si tratti di raggiungere uno scopo sul lavoro che di iscriverti a un corso per acquisire conoscenze. È quella forza intrinseca che traina le azioni umane e nasce per soddisfare un bisogno.

Dunque, la motivazione è qualcosa che nutriamo dentro di noi e varia d’intensità in relazione ai bisogni percepiti. Tuttavia, seppur sia più complesso, è possibile alimentarla anche con azioni esterne.

Gli psicologi hanno proposto diverse teorie della motivazione. Tra queste, troviamo la teoria delle pulsioni di Sigmund Freud, quella degli istinti e la teoria umanistica dell’autorealizzazione, promossa dalla gerarchia dei bisogni di Maslow. Ma la verità è che ci sono molte forze a guidare e dirigere le nostre motivazioni.

In ambito di motivazione sul lavoro possiamo parlare di un insieme di fattori estrinseci e intrinseci a una persona, che danno origine a un comportamento attivo, persistente e intenso. Una combinazione di elementi che nell’ambiente lavorativo riguardano diversi aspetti:

 - il ruolo che un collaboratore ricopre all’interno dell’azienda e le opportunità a disposizione per portare a termine i propri compiti;
 - le attività intraprese dall’organizzazione per favorire lo sviluppo dei propri dipendenti e consentire loro di sentirsi appagati dal miglioramento delle proprie performance;
 - il grado di coinvolgimento nell’ambiente aziendale e la qualità delle relazioni con colleghi e manager;
 - l’impatto economico di retribuzioni e benefit.

Tuttavia, in un momento storico soggiogato dall’impatto della pandemia, tutti gli equilibri sono saltati e le priorità delle persone sono cambiate. Mantenere la motivazione sul lavoro richiede uno sforzo maggiore, sia per te che per i tuoi collaboratori. Ecco cosa potresti fare per aiutarli a rimanere coinvolti e fiduciosi.

1) Mostra empatia e supportali

Vale anche per te. Riconosci che ogni dipendente stia affrontando le sfide a modo suo e che, a volte, potrebbe sentirsi sopraffatto. Fai sapere loro che sei lì per sostenerli, chiedi come stanno e di quale supporto hanno bisogno per svolgere il loro lavoro.

Inoltre, identifica le risorse aziendali ed esterne a cui possano attingere per sentirsi supportati, come un programma di assistenza ai dipendenti. Oppure, prevedi dei benefit per il loro benessere.

2) Sii ottimista e condividi con i tuoi collaboratori

Offri ai tuoi collaboratori una valutazione onesta della situazione attuale in azienda, condividi con loro cosa intendi fare e sottolinea il fatto che affronterete ogni difficoltà insieme. Crea legami forti e trasparenti.

Concentrati sui successi che la tua azienda ha avuto durante la crisi pandemica. Racconta le storie che hanno contraddistinto in positivo i progetti conclusi, o le interazioni con i clienti che sono andate bene. Evidenzia le lezioni che hai imparato e come sfrutterai questa conoscenza in futuro. Infine, ma fondamentale, comunica a ciascun dipendente che il suo lavoro è importante.

3) Per accrescere la motivazione al lavoro, offri flessibilità

La pandemia da COVID-19 sconvolge in continuazione le normali routine quotidiane. I tuoi collaboratori devono affrontare obblighi e imprevisti che non dipendono dalla loro volontà. Per mantenere alta la motivazione sul lavoro offri flessibilità.

Se necessario, permetti il lavoro da casa e fornisci tutti gli strumenti utili per svolgerlo senza difficoltà. Permetti turni più elastici, orientati all’obiettivo e non al tempo che le persone passano in azienda. Cerca di rendere agevoli le attività lavorative, mentre i tuoi collaboratori affrontano le circostanze uniche e improvvise prodotte dal COVID-19.

Considera che se i dipendenti lavorano in smart working a causa della diffusione del virus nella comunità, i bambini potrebbero essere a casa da scuola, senza risorse per essere accuditi. Fai sentire che l’azienda comprende le loro difficoltà.

Quindi, prendi in considerazione la possibilità di consentire alle persone di pianificare il proprio lavoro in base alle esigenze di assistenza ai propri figli o agli anziani.

4) Responsabilizza i dipendenti e aiutali a porsi degli obiettivi

Per quanto possibile, offri ai dipendenti l'autonomia di prendere decisioni sul proprio lavoro e incoraggiali a condividere conoscenze e competenze. Chiedi se hanno delle idee per affrontare progetti e sfide e offri loro gli strumenti e le risorse di cui hanno bisogno per svolgere il proprio lavoro in modo efficace.

La motivazione al lavoro può essere incentivata aiutando le persone a porsi degli obiettivi. Raggiungerli è sempre gratificante. Crea fiducia in sé stessi e rende più autonomi.

Quindi, sostieni i tuoi collaboratori pianificando insieme le strategie per raggiungere obiettivi comuni e dettagliati. E una volta raggiunto lo scopo, offri loro il tuo feedback per mantenere alto il livello di coinvolgimento.

5) Riconosci l’impegno e premialo

Il riconoscimento mostra ai dipendenti che il loro lavoro è apprezzato. Questa è una leva fondamentale per alimentare la motivazione sul lavoro.

Durante la pandemia, ma non solo, è importante riconoscere le prestazioni sia del team che dei singoli. Nonostante le difficoltà, hanno dato il massimo. Fai capire loro che l’azienda lo ha notato ed è pronta ad aiutarli a superare anche le sfide che dovranno affrontare fuori dall’ambiente dal lavoro.

Ad esempio, se un aumento di stipendio innescherebbe dinamiche complesse che non puoi sostenere, pensa a dei bonus di merito più concreti, come offrire del tempo libero retribuito. Momenti in cui le persone possano concentrarsi sul proprio benessere o sulle passioni che faticano a coltivare.

6) Fai crescere i tuoi collaboratori e alimenta la motivazione sul lavoro

Fornire ai dipendenti opportunità di formazione e sviluppo personale, promuove la fidelizzazione e accresce la motivazione al lavoro. Ma non pensare solo a corsi di aggiornamento specifici. Nonostante siano una necessità dal punto di vista professionale, sono spesso percepiti come un dovere imposto.

Dunque, promuovi anche le loro attitudini e passioni. Coinvolgi i tuoi collaboratori e aiutali a crescere anche dal punto di vista della leadership e della conoscenza di sé stessi: cosa li aiuterebbe a migliorare e a sentirsi più adeguati e sicuri sul lavoro? Quali sono le carenze che bloccano il loro potenziale?

7) Crea un ambiente di lavoro equo, empatico e inclusivo

Siamo tutti più motivati al lavoro se l’ambiente in cui passiamo molte ore delle nostre giornate è percepito come un posto equo, empatico e inclusivo. Rivedi questi aspetti e assicurati che i collaboratori siano appagati, si sentano valorizzati e instaurino relazioni positive e rispettose con i loro colleghi.

È uno sforzo enorme. Gestire questi aspetti è complesso. Ma ne vale la pena, sempre. In particolare, in questo periodo di pandemia, che intimorisce e alimenta in continuazione lo stress. Quando le persone si sentono a loro agio nel proprio ambiente di lavoro sono ottimiste e sanno che possono affrontare le difficoltà senza essere giudicate.

Crea un ambiente di lavoro in cui le persone sappiano di poter contare sull’azienda e i colleghi. Saranno motivate sul lavoro e pronte a dare il massimo, per esprimere tutto il loro potenziale.

Fai germogliare l’entusiasmo e ritrova la motivazione sul lavoro

La pandemia da COVID-19 è un fatto. C’è, non possiamo cancellarla con un gesto, e ne subiremo le conseguenze per molto tempo. In un attimo, ha messo in discussione l’autonomia, competenze e relazioni con gli altri.

Ci siamo sentiti tutti impreparati. È normale che concentrazione, produttività e motivazione al lavoro ne abbiano risentito. Ma nella tua azienda non puoi limitarti a constatare che sia così. Equivarrebbe a trasformarla in una preoccupante giustificazione. Una scusa valida per ogni cosa che non funzioni come dovrebbe.

Quindi, comprendi cosa alimenta la motivazione sul lavoro dei tuoi dipendenti e sviluppa strategie efficaci di conseguenza. Investi nei tuoi collaboratori e crea una cultura aziendale proattiva e produttiva. Non solo aiuterai la tua attività ad ammortizzare l’impatto dei momenti di crisi e cambiamento, ma costruirai solide basi su cui farla crescere.

Qsfera organizza corsi di formazione e consulenza personalizzata per supportare la tua crescita e quella del tuo team. Contattaci senza impegno: siamo a tua disposizione per fornirti le informazioni di cui hai bisogno. Puoi creare ambienti di lavoro sani ed equi, aumentare la motivazione sul lavoro e preparare la tua azienda a superare qualsiasi difficoltà.

 

  fabiola-giffoni-q-sfera  

Scritto da: Fabiola Giffoni


Coach e Formatrice specializzata in ambito business. Per Qsfera e per Studio Essepi affianca imprenditori e collaboratori per fare chiarezza sugli obiettivi del mangement, facendo emergere il potenziale degli stessi, per il raggiungimento di risultati personali e professionali.